Le principali componenti chimiche e biologiche dell’amore e della sessualità n°2

Continua l’interessante carrellata su neurotrasmettitori e ormoni che influenzano l’attività sessuale …

  • Vasopressina: l’ormone della fedeltà coniugale. Viene rilasciata dall’ipotalamo, ed è implicata nel processo di attaccamento: i suoi recettori sarebbero infatti fortemente coinvolti nella tendenza alla monogamia.
  • Endorfine: i calmanti naturali. Si tratta di ormoni che hanno proprietà simili a quelle della morfina, e che sono quindi in grado di ridurre l’ansia e apportare calma e sollievo al dolore; hanno la capacità di procurare piacere, gratificazione e felicità aiutando a sopportare meglio lo stress. La loro interazione con altri ormoni e neurotrasmettitori sarebbe alla base di numerosi aspetti della sfera psicologica e sessuale dell’essere umano, e in particolare la loro relazione con la percezione del proprio benessere si può tradurre nel mantenimento di una relazione affettiva stabile.
  • Prolattina: a favore della lattazione. La sua principale azione è di promuovere la produzione di latte, poiché l’atto di succhiare la mammella della madre da parte del bambino aumenta la secrezione di prolattina, che a sua volta stimola le apposite ghiandole. In questo periodo la donna può naturalmente avere una diminuzione del desiderio sessuale. Ci sono, comunque, molti altri effetti della prolattina, che è prodotta anche dai maschi. Ad esempio un’ipersecrezione di prolattina nell’uomo si correla a mancanza di desiderio sessuale, ginecomastia ed impotenza; una funzione della prolattina è infatti quella di inibire il testosterone.
  • Serotonina: al servizio dell’eiaculazione. Questo neurotrasmettitore ha il magico potere di controllare l’eiaculazione e la risposta sessuale maschile: se il suo livello è alto l’eiaculazione viene inibita, se è basso provoca l’eiaculazione precoce.
  • Noradrenalina: la molecola dell’entusiasmo. Questa sostanza facilita l’eccitazione, e l’euforia, fa diminuire l’appetito (mangiare sottrarrebbe tempo prezioso da dedicare alla persona amata), e, infine, favorisce la contrazione dei vasi venosi degli organi sessuali e trattiene il sangue mantenendo a lungo l’erezione. Essa regola anche la produzione di adrenalina, che provoca un aumento del battito cardiaco, della respirazione e della pressione sanguigna.
  • Acetilcolina: a favore dei meccanismi erettivi.  Si tratta di un mediatore che ha vari effetti su diverse funzioni del sistema nervoso. Sull’apparato riproduttivo maschile determina erezione, sulle ghiandole surrenali liberazione di adrenalina e noradrenalina.
  • GABA: il controllore dell’ansia. È un neurotrasmettitore inibitorio molto importante, perché implicato nella fisiopatogenesi dell’ansia, infatti rende il neurone resistente agli stimoli eccitatori e inibisce la trasmissione nervosa. Ecco perché nell’ansia si rileva una riduzione dei livelli del GABA.
  • Ossido Nitrico: importante intercessore. È un mediatore endogeno di processi particolarmente importanti, come la vasodilatazione e la trasmissione degli impulsi nervosi.
Numero di visite :10967


Related posts

coded by nessus